Pagine

venerdì 17 maggio 2013

Sono qui ad annunciare con rullio di tamburi l’ingresso al Bar di Eugenio Bucci


Sono qui ad annunciare con rullio di tamburi l’ingresso al Bar di Eugenio Bucci.
Lo faccio con gioia mista ad un certo timore reverenziale perché il blog di Eugenio, antecedente per nascita a questo, è uno di quelli a cui io guardavo con invidia e ammirazione e su cui leggevo avido e attingevo stimoli e referenze.
Poi con l’arroganza tipica degli sventati Niccolò ed io gli abbiamo chiesto di collaborare a gli amici del bar.
Incredibilmente Eugenio ha risposto in maniera positiva e lo ha fatto di persona quando ci ha incontrato per la prima volta, casualmente, a Torino durante le Enodissidenze.
Non possiamo che essere lusingati dalla sua frizzante presenza e siamo sicuri che gioverà a tutti noi, scalcinati e indisciplinati redattori di questo foglio immateriale, la sua grande cultura enoica e la sua caustica penna (tastiera).
Tanto siamo così arroganti e sconsiderati che non temiamo alcun confronto!
E che il vento soffi sempre al nostro giardinetto e si increspino spume vinose.
Fra una mezzoretta verrà pubblicato VIRUS di Eugenio Bucci
Stei tiuned
Kampai

2 commenti:

  1. Sorpresona bellissima, benvenuto Eugenio!

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo! Ottimo "acquisto"!
    Ciao Eugenio

    Mirco

    RispondiElimina