Pagine

martedì 29 ottobre 2013

La mia prima vendemmia Colli di Parma - settembre 2013. Di Mauro Cecchi






























La mia prima vendemmia è l’emozione del  debutto tra i filari con un paio di forbici in mano.
La mia prima vendemmia è il taglio profondo ad un mignolo dopo appena dieci minuti. Record destinato a restare imbattuto per anni.
La mia prima vendemmia sono i profumi  travolgenti delle erbe selvatiche che spadroneggiano tra i filari.
La mia prima vendemmia sono gli assaggi dei grappoli dai vari vitigni per cercare di capirne le caratteristiche.
La mia prima vendemmia sono gli assaggi che se non stai attento diventano compulsivi perché l’uva, caspita l’uva da vino matura è davvero buona.


La mia prima vendemmia è rimanere folgorati dalla bellezza delle Badia di Torrechiara.
La mia prima vendemmia sono i movimenti da contorsionista per raggiungere i grappoli che si celano tra le foglie.
La mia prima vendemmia è  il grido di dolore che il giorno dopo sale da muscoli che nemmeno pensavi di avere.
La mia prima vendemmia è la bellezza delle viti centenarie alla Badia


La mia prima vendemmia è il compagno dall’altra parte del filare col quale intavoli discorsi, i più svariati.
La mia prima vendemmia è il compagno che ha puntato il tuo stesso grappolo col quale incroci le forbici in una sorta di duello rusticano.
La mia prima vendemmia è scoprire che il Babo non è un beverone per iniziati (cit.)


La mia prima vendemmia sono le mani appiccicose e colorate a fine giornata. Che neanche un serial killer.
La mia prima vendemmia è il pranzo dell’ultimo giorno dove riscopri un sapore dell’infanzia, il sugo d’uva.



La mia prima vendemmia è sentire che il vino del prossimo anno sarà un anche un poco (pochissimo) tuo.
La mia prima vendemmia è il vigneto a Crocizia circondato dal bosco e baciato dal sole.




La mia prima vendemmia è un grazie di cuore a Marco Rizzardi per avermi  regalato questa possibilità.

Mauro Cecchi

9 commenti:

  1. Io volevo essere Mauro Cecchi almeno nel giorno della vendemmia da Crocizia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino affettamento mignolo a parte... : )

      Elimina
  2. vendemmiai per 12 anni di seguito, poi smisi, ora è tempo di ricominciare, schiena permettendo.

    RispondiElimina
  3. Il filare ...gran bella cosa! da queste parti, se vai a dare una mano, a chi ha il vigneto a "tendone" ... o lo consideri un amico con la A maiuscola, o sei masochista :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di capire Andrea, probabilmente ero spinto da entrambe le cose...
      grazie per essere passato dal bar ; )

      Elimina
  4. Anche tu fuorilegge? Benvenuto nel club :-) A me hanno insegnato che per evitare spiacevoli incidenti, lavorando in coppia, bisogna stare sempre dallo stesso lato del filare ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Nic... e diciamolo che siamo i novelli Pat Garett e Billy Kid ! : )

      Elimina
  5. Spero solo di non bere la bottiglia con il mignolo! ;)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non temere verrà tumulata nelle segrete della Badia sorvegliata a vista dalle care sorelle

      Elimina