Pagine

giovedì 28 agosto 2014

#cartoline Morgon Côte du Py 2011, Jean Foillard

da Niccolò Desenzani

L’etichetta del Morgon Côte du Py di Foillard rimbalza fra i miei neuroni da parecchio tempo (nel faldone “desiderata”). Che bella sorpresa scovarne un bottiglia qui in Corsica (un regalo ricevuto da mio padre, il cui donatore mi aveva consultato un anno fa). L’annata 2011, giovane, ma almeno non nuova.


Nel bicchiere giunge un vino straordinario, generoso direbbe l’amico Jacopo. Grazia, gusto e goduria ai massimi livelli. Dicono un gamay vinificato come un borgogna. Sta di fatto che siamo subito in zona vini mai più senza. La qualità del tannino, il contributo delle botti vecchie, la freschezza gourmand del vitigno collaborano per regalare un’esperienza molto bella.
Forse potrei dire vino dell’estate 2014.

La vacanza sta finendo e cerco sempre più di succhiare ogni cosa bella che mi capita.
C’è ancora una bottiglia di e dalla Corsica di cui voglio parlare…
Alla prossima puntata con #cartoline.

Ciao,
lunga vita ai grandi vini naturali!

2 commenti:

  1. Christine Marzani28 agosto 2014 16:47

    Jean Foillard ha partecipato al primo Vini di Vignaioli nel 2002, adesso fa anche il beaujolais nouveau é non puo piu partecipare , ma che Morgon la "Côte de Py" devo confessare che dei vini francesi questo è uno dei miei "chouchou".A la vôtre, salute.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Christine per esser passata al bar degli amici. Parlavamo poco fa del fatto che Foillard fosse uno dei partecipanti storici di Vini di Vignaioli e qualcuno di noi ne conserva ancora vecchie bottiglie prese in quelle occasioni. Salute a te!

      Elimina